Home / LAVORI I COMMISSIONE / Voto ai fuorisede, inviata la pdl dei costituzionalisti ai partiti

Voto ai fuorisede, inviata la pdl dei costituzionalisti ai partiti

Oggi in commissione ho messo a disposizione dei capigruppo la bozza della proposta di legge elaborata dai costituzionalisti Roberto Bin e Salvatore Curreri, su impulso di un comitato di ragazzi calabresi (il Collettivo Valarioti).
Si tratta di una proposta che ha lo scopo di consentire l’esercizio del diritto di voto ai cittadini cosiddetti “fuori sede” nelle elezioni regionali e comunali.
La questione è stata già trattata dalla commissione che presiedo, con l’esame della proposta della collega Dalila Nesci sulle cosiddette elezioni pulite.
L’emergenza sanitaria e la conseguente impossibilità di muoversi all’interno del territorio nazionale ci impongono ancora una volta una decisione innovativa su questa tematica, anche in vista delle elezioni che si terranno nel prossimo autunno.
Dobbiamo superare le numerose resistenze del Ministero dell’Interno registrate in questi anni di fronte a ogni possibile soluzione.
È in gioco non solo il diritto di voto di milioni di cittadini, ma anche la capacità delle istituzioni di dare risposte moderne a problemi antichi e mai risolti.
Qui il testo della proposta di legge: