lunedì, Aprile 22, 2024
HomeSpettacoliUomini e Donne: ex corteggiatrice criticata per i figli “troppo brutti”!

Uomini e Donne: ex corteggiatrice criticata per i figli “troppo brutti”!

La situazione si è ripetuta per l’ennesima volta, portando di nuovo la protagonista a dover difendere i propri figli da attacchi gratuiti e ingiustificati sui social network. L’ultimo episodio si è verificato nel giro delle ultime ore, quando Alessia Cammarota, ex corteggiatrice di Uomini e Donne e nota al pubblico televisivo, ha deciso di condividere su Instagram un post relativo a un video pubblicitario che era stato realizzato insieme ai suoi due figli, Niccolò, il primogenito, e Mattia, il più piccolo della famiglia.

La reazione negativa di alcuni utenti ha scatenato una serie di commenti e critiche che hanno ferito profondamente la madre, costretta a intervenire per difendere la sua scelta di mostrare i suoi figli in ambito pubblico. Nonostante l’ingiustizia di certe accuse, Alessia ha dimostrato di avere sempre a cuore il benessere e la protezione dei suoi ragazzi, pronta a combattere qualsiasi forma di discriminazione o giudizio sprezzante nei loro confronti.

La risposta dell’ex corteggiatrice di Uomini e Donne

Secondo quanto descritto dalla ex corteggiatrice, durante la visualizzazione dei like sotto al reel, è emerso un commento sgradevole di una utente. Così Alessia ha sottolineato in modo infelice: “Afferma che i miei figli non erano degni di partecipare a una pubblicità perché non sono belli”. Ha raccontato la moglie di Aldo Palmieri. Questo episodio ha suscitato scalpore e indignazione. Evidenziando la necessità di sensibilizzare sulle conseguenze delle parole sprezzanti e discriminatorie.

“Non è colpa nostra se siamo brutti”, spiega la campana che si è trasferita in Sicilia dopo il matrimonio con l’ex tronista. “Ma come osi offendere dei bambini?”, si chiede rivolta alla ragazza. “Posso sopportare qualsiasi insulto contro di me, ma non permetterò che venga detto ai miei figli. Se succede, diventerò una belva e vi farò pentire di averlo detto. Posso capire se non vi piaccio, ma i miei bambini non devono essere coinvolti. È una bassezza così estrema che mi lascia senza parole e mi fa venir voglia di reagire con ignoranza”.

Le foto dei figli

Sin dalla prima condivisione delle foto di Mattia, il figlio più piccolo della famiglia nato dopo un aborto doloroso, sono iniziati i commenti negativi sugli aspetti fisici del bambino. In molti lo hanno definito brutto e poco piacevole da guardare nonostante la sua tenera età di soli pochi mesi. Questi giudizi superficiali e crudeli hanno colpito profondamente la famiglia, già provata da esperienze dolorose, portando ad una nuova situazione di stress emotivo e disagio.

ULTIME NOTIZIE

Guarda Qui