martedì, Maggio 28, 2024
HomeCuriositàPerché l'albero si fa l'8 dicembre?

Perché l’albero si fa l’8 dicembre?

In molte case, l’inizio del periodo natalizio è segnato da un evento molto particolare: la decorazione dell’albero di Natale. Ma perché l’albero si fa l’8 dicembre? Questa usanza, radicata in una miscela di storia, fede e tradizione popolare, è parte integrante delle celebrazioni natalizie in tantissime culture. Nel corso dei secoli, l’abitudine di adornare l’albero di Natale è diventata un simbolo potente dell’avvicinarsi della festa più attesa dell’anno, ma la scelta della data dell’8 dicembre non è casuale.

Origini storiche e religiose

La risposta alla domanda “Perché l’albero si fa l’8 dicembre?” affonda le radici in antiche tradizioni europee e in significati religiosi profondi. L’8 dicembre, per la Chiesa Cattolica, è il giorno in cui si celebra l’Immacolata Concezione, ovvero il momento in cui Maria fu concepita senza peccato originale. Questa festa è stata ufficialmente riconosciuta nel 1854, ma la sua celebrazione esisteva da molti secoli prima.

Con l’affermarsi dell’Immacolata Concezione come dogma, l’8 dicembre ha assunto un ruolo importante nel calendario liturgico e, parallelamente, anche nelle tradizioni natalizie. La creazione di un ambiente festoso e solenne in onore della Vergine Maria ha naturalmente coinvolto anche l’allestimento dell’albero di Natale. Pertanto, collocare l’atto di decorare l’albero di Natale in questa data è diventato un modo per prepararsi spiritualmente al Natale e onorare la purezza di Maria.

Le radici pagane

Nonostante la risposta alla domanda “Perché l’albero si fa l’8 dicembre?” sia spesso associata al cristianesimo, non si può ignorare che la tradizione dell’albero natalizio ha anche origini pagane che risalgono ben prima dell’era cristiana. Antichi popoli come i Celti, i Germanici e i Romani celebravano il solstizio d’inverno adornando alberi sempreverdi con decorazioni simboliche. Questi rituali avevano il significato di auspicio per il nuovo ciclo della natura che si sarebbe dovuto rinnovare con la fine dell’inverno.

Con l’avvento del cristianesimo, molte di queste tradizioni sono state reinterpretate e assimilate nelle celebrazioni religiose. L’albero di Natale, con la sua capacità di rimanere verde anche nei mesi più freddi, era ideale per rappresentare la vita eterna e la speranza, concetti poi facilmente adattabili al messaggio cristiano.

La tradizione dell’albero di Natale in Italia

L’usanza di fare l’albero di Natale è relativamente recente in Italia, rispetto ad altri paesi europei dove la tradizione si era già consolidata molto prima. Ma perché l’albero si fa l’8 dicembre anche in Italia? La risposta è che, con la definizione del dogma dell’Immacolata Concezione e la grande devozione che il popolo italiano nutre verso la Vergine Maria, l’8 dicembre si è trasformato in una giornata di festa e di famiglia, nonché il momento ideale per dedicarsi alla decorazione dell’albero e alla preparazione delle celebrazioni natalizie.

La scelta di questa data ha poi un aspetto pratico: essendo una festa nazionale, permette alle famiglie di riunirsi e condividere insieme il piacere di addobbare la casa e l’albero. L’atto di mettere insieme l’albero diventa così un rituale che sottolinea l’unione e la convivialità, valori che sono al centro del Natale.

L’evoluzione della tradizione

La tradizione dell’albero di Natale ha subito diverse evoluzioni nel corso della storia. Anche se ci chiediamo “Perché l’albero si fa l’8 dicembre?” è interessante notare come in alcune culture l’albero venga allestito in date differenti. In alcune parti dell’Europa, ad esempio, l’albero si fa il giorno di Santa Lucia, il 13 dicembre, mentre in altri paesi si attende la vigilia di Natale.

Oggi, l’albero di Natale è diventato un simbolo universale delle festività, spesso privo di connotazioni religiose e celebrato in un contesto più ampio, che comprende l’inclusività e la condivisione di valori positivi. Nonostante questa varietà di approcci, la scelta dell’8 dicembre come giorno ideale per fare l’albero persiste in molti luoghi, mantenendo viva una tradizione che ha saputo adattarsi e rinnovarsi senza perdere il suo significato originario.

La decorazione dell’albero di Natale

Oltre a spiegare perché l’albero si fa l’8 dicembre, è importante soffermarsi anche sul come si decora. Le decorazioni per l’albero di Natale possono variare enormemente, riflettendo le tradizioni e i gusti personali. Luci scintillanti, sfere colorate, stelle, angeli e molti altri ornamenti contribuiscono a creare un’atmosfera magica e accogliente.

La scelta delle decorazioni è spesso influenzata dalle mode del momento, ma anche dalle tradizioni familiari e dal desiderio di esprimere un messaggio di speranza e gioia. La stella in cima all’albero rappresenta la Stella di Betlemme, mentre le luci simboleggiano la luce di Cristo che guida i fedeli nel cammino della vita.

La domanda “Perché l’albero si fa l’8 dicembre?” ha una risposta complessa che intreccia storia, religione e tradizione. L’abitudine di decorare l’albero di Natale in questa data specifica rievoca l’anticipazione e l’attesa del Natale, un periodo che per molti è sinonimo di gioia, rinascita e unione familiare. Nel tempo, questa usanza si è trasformata e adattata, ma il cuore della tradizione rimane invariato, portando con sé il messaggio di pace e felicità che da sempre caratterizza la festa più magica dell’anno.

ULTIME NOTIZIE

Guarda Qui