martedì, Aprile 16, 2024
HomeCuriositàPerché cadono i capelli?

Perché cadono i capelli?

Perché cadono i capelli? Capelli che si diradano o ciocche che rimangono fra le dita durante il lavaggio: la perdita di capelli è un fenomeno che tocca a molti e che può essere fonte di preoccupazione e di domande. Perché si perdono i capelli? È una domanda tanto antica quanto l’umanità stessa e la risposta dipende da una varietà di fattori. La caduta dei capelli può essere un fenomeno naturale o il segnale di qualche squilibrio interno. Scopriamo insieme quali sono le cause che stanno dietro al diradamento della nostra chioma.

Il ciclo di vita del capello e la caduta naturale

Perché cadono i capelli? I capelli non sono eterni; come ogni altra parte del nostro corpo, hanno un loro ciclo vitale. Questo ciclo si compone di tre fasi: la fase anagen, la fase catagen e la fase telogen. La fase anagen è il periodo di crescita attiva dei capelli, che può durare dai due ai sette anni. Segue la fase catagen, una breve fase transitoria che dura circa due settimane, durante la quale il follicolo si restringe e il capello si stacca dalla base nutriente. Infine, nella fase telogen, il capello entra in uno stato di riposo che dura circa tre mesi, al termine del quale il capello vecchio cade e lascia posto a uno nuovo. La caduta di circa 50-100 capelli al giorno è considerata del tutto normale all’interno di questo ciclo.

Fattori genetici alla radice del problema

La predisposizione alla perdita di capelli può essere scritta nel nostro codice genetico. L’alopecia androgenetica, comunemente nota come calvizie maschile o femminile, è un tipo di perdita di capelli influenzata dai nostri geni. Questa condizione è causata dalla sensibilità dei follicoli piliferi all’ormone diidrotestosterone (DHT). Nei soggetti predisposti, il DHT può ridurre il ciclo di vita del capello, portando a una crescita più breve e a una caduta più rapida, fino a quando i follicoli stessi non diventano così piccoli da non essere più capaci di produrre nuovi capelli.

Stress e perdita di capelli: un legame stretto

Il nostro stile di vita frenetico e i periodi di forte stress possono avere un impatto significativo sulla salute dei nostri capelli. Perché cadono i capelli? Lo stress può scatenare una condizione nota come effluvio telogen, che porta i capelli a entrare prematuramente nella fase telogen, portando a una caduta più abbondante. Fortunatamente, questo tipo di perdita di capelli è spesso temporanea e i capelli possono ricominciare a crescere una volta che lo stress è stato gestito o il fattore scatenante è stato eliminato.

L’influenza dell’alimentazione sui capelli

Quello che mangiamo si riflette non solo sulla nostra salute generale, ma anche sulla salute dei nostri capelli. Una dieta povera di nutrienti essenziali come proteine, vitamine e minerali può indebolire i capelli e accelerarne la caduta. In particolare, la carenza di ferro, zinco, vitamina D e alcune vitamine del gruppo B può avere un ruolo significativo nella salute dei capelli. Un’alimentazione equilibrata, ricca di questi nutrienti, può contribuire a mantenere forte e sano il cuoio capelluto e i capelli.

Fattori ormonali e la loro influenza sulla chioma

Gli ormoni giocano un ruolo cruciale nella regolazione della crescita dei capelli. Squilibri ormonali, come quelli che si verificano durante la gravidanza, la menopausa o a causa di problemi alla tiroide, possono provocare la perdita di capelli. Ad esempio, le donne possono sperimentare un aumento della caduta dei capelli dopo il parto a causa della diminuzione dei livelli di estrogeni. Analogamente, sia negli uomini che nelle donne, una disfunzione della tiroide può portare a un diradamento dei capelli.

Problemi di salute e medicinali: effetti collaterali sulla chioma

Diverse condizioni mediche possono essere alla base della perdita di capelli, tra cui infezioni del cuoio capelluto, malattie autoimmuni come l’alopecia areata, o malattie infiammatorie come la psoriasi.

Inoltre, alcuni trattamenti farmacologici, come la chemioterapia o alcuni farmaci per il cuore, l’ipertensione e la depressione, possono avere come effetto collaterale la caduta dei capelli. In questi casi, è fondamentale consultare un medico per comprendere le opzioni disponibili e mitigare l’effetto di tali trattamenti sulla salute dei capelli.

Consigli per la cura dei capelli e prevenzione della loro caduta

Anche se non possiamo controllare tutti i fattori che causano la perdita dei capelli, possiamo adottare alcune buone pratiche per la cura della nostra chioma. Mantenere il cuoio capelluto pulito e stimolare la circolazione sanguigna con massaggi delicati può aiutare a promuovere la salute dei capelli.

Evitare trattamenti aggressivi come tinture chimiche, l’uso frequente di piastre e arricciacapelli, e tirare i capelli in acconciature troppo strette può prevenire danni aggiuntivi. Inoltre, gestire lo stress attraverso tecniche di rilassamento e assicurarsi di fare esercizio fisico regolarmente può contribuire al benessere generale e, di conseguenza, alla salute dei capelli.

Capire e affrontare la perdita di capelli

La caduta dei capelli può essere una condizione complessa con molteplici cause e fattori contribuenti. Comprendere il ciclo di vita del capello e i vari fattori che possono influenzarne la salute è il primo passo per affrontare il problema.

Dal genetica all’alimentazione, dallo stress ai problemi di salute, molte variabili entrano in gioco. Tuttavia, con la giusta cura e attenzione, è possibile gestire la situazione e mantenere una chioma sana e forte. In caso di perdita eccessiva o preoccupazioni specifiche, è sempre consigliabile consultare un dermatologo o un tricologo per un parere professionale e per esplorare le opzioni di trattamento più adatte alla propria situazione.

ULTIME NOTIZIE

Guarda Qui