Home / LAVORI I COMMISSIONE / Pdl lobbying, primo ok in commissione a testo unificato

Pdl lobbying, primo ok in commissione a testo unificato

Oggi in commissione abbiamo adottato il testo unificato proposto dalla relatrice Baldino, che ha lavorato partendo dai testi a firma Silvestri (M5S), Fregolent (Iv) e Madia (Pd). È una legge fortemente attesa dalla società civile che si è mobilitata raccogliendo migliaia di firme e dalle realtà serie che si interfacciano con i decisori pubblici per rappresentare gli interessi legittimi di categorie produttive e sociali. Dobbiamo colmare un vuoto normativo con un’iniezione di trasparenza che farà bene non solo alle istituzioni, ma anche ai professionisti seri.

Ecco in sintesi i punti qualificanti:

  • sarà istituito presso l’Antitrust il Registro per la trasparenza dell’attività di relazione per la rappresentanza di interessi. Al registro dovranno iscriversi i soggetti che intendono svolgere l’attività di relazioni istituzionali. Non potranno iscriversi nel registro, tra gli altri, i parlamentari e membri di governo nei tre anni successivi al mandato e altri soggetti che abbiano avuto rapporti, definiti nel testo, con decisori pubblici;
  • la regolamentazione riguarderà i rapporti tra i rappresentanti di interessi e i membri del Parlamento e del Governo, i presidenti, gli assessori e i consiglieri regionali, i presidenti e i consiglieri delle province e delle città metropolitane, i sindaci, gli assessori e i consiglieri comunali dei comuni con popolazione pari o superiore a 300.000 abitanti, i presidenti e i componenti delle autorità indipendenti, gli organi di vertice, i componenti e i consulenti degli uffici di diretta collaborazione dei membri del Governo, dei presidenti delle regioni e delle province e dei sindaci delle città metropolitane e dei comuni con popolazione pari o superiore a 300.000 abitanti nonché dei membri delle rispettive giunte, gli organi di vertice degli enti pubblici statali, i membri delle autorità indipendenti compresa la Banca d’Italia, i titolari degli incarichi di vertice degli enti territoriali e degli enti pubblici nonché i titolari di incarichi di funzione dirigenziale delle amministrazioni pubbliche;
  • ciascun rappresentante di interessi inserisce nel Registro e aggiorna l’agenda dei propri incontri con i decisori pubblici. Le informazioni contenute nell’agenda sono inserite, in formato aperto e riutilizzabile, nella parte del Registro aperta alla pubblica consultazione;
  • sarà previsto un codice deontologico per i lobbisti adottato dal comitato di sorveglianza istituito presso l’Antitrust;
  • il Comitato di sorveglianza avrà il compito di vigilare e applicare le sanzioni. Sono previste sanzioni anche pecuniarie e fino alla cancellazione dal registro a fronte di particolari violazioni;
  • ciascun decisore pubblico che intenda proporre o adottare un atto normativo o regolatorio di carattere generale può indire una procedura di consultazione pubblicandone notizia nella parte del Registro aperta alla pubblica consultazione e inserendo lo schema dell’atto o l’indicazione dell’oggetto di esso nella parte ad accesso riservato del medesimo Registro.

 

Qui il testo 👇

Download (PDF, 69KB)