mercoledì, Giugno 19, 2024
HomeViaggiMuseo Reale Torino: Tesori d'Arte e Storia Nella Reggia dei Savoia!

Museo Reale Torino: Tesori d’Arte e Storia Nella Reggia dei Savoia!

La prestigiosa istituzione culturale situata nel cuore di Torino, nota per la sua straordinaria collezione di arte e antichità, è annoverata tra i poli museali più significativi d’Italia. La reggia che ospita questo luogo di conservazione e studio è stata per lungo tempo dimora dei Savoia, famiglia reale che ha segnato la storia del Paese. Le sale di questo antico palazzo sono ricche di opere d’arte rinascimentali e barocche, testimonianze tangibili della ricercatezza e del potere che caratterizzavano la corte sabauda. I visitatori possono immergersi nella storia attraversando i fastosi appartamenti reali, ammirando le raffinate collezioni di armature, porcellane, mobili d’epoca e tessuti preziosi, oltre a una rinomata galleria di dipinti che include capolavori di artisti del calibro di Van Dyck, Rembrandt, Tiepolo e molti altri. L’entità si distingue per il suo impegno nella conservazione del patrimonio artistico e nella promozione della cultura, rappresentando un punto di riferimento per studiosi, appassionati d’arte e turisti provenienti da tutto il mondo.

Storia e curiosità

Il Museo Egizio di Torino, uno dei più antichi musei archeologici al mondo, è l’istituzione culturale in questione, fondata nel 1824 grazie alla passione e all’intuito del re Carlo Felice. La collezione iniziò con l’acquisto degli oggetti appartenenti alla collezione del console francese Bernardino Drovetti, arricchendosi nel corso degli anni con nuove acquisizioni e scavi condotti in Egitto. Il museo è specializzato in arte egizia, seconda solo al Museo del Cairo per ricchezza e importanza dei reperti.

Curiosità notevole è che il museo divenne un centro di eccellenza per la ricerca egittologica grazie a Jean-François Champollion, che dopo aver decifrato la Stele di Rosetta, visitò il museo nel 1824 e lo riconobbe come fondamentale per lo studio della civiltà egizia.

Tra gli elementi di maggiore importanza esposti al suo interno, spiccano la statua di Ramses II, il Tempio di Ellesija salvato dalle acque durante la costruzione della diga di Assuan e poi donato dall’Egitto all’Italia, la collezione di papiros, tra cui il famoso Papiro dei Re, un documento unico per lo studio della religione e della società egizia antica. L’imponente collezione di sarcofagi, mummie, gioielli e oggetti quotidiani fornisce una panoramica completa della vita e delle credenze dell’antico Egitto. Inoltre, il museo ospita anche il “Libro dei Morti” di Kha, un testo funerario di eccezionale valore storico e artistico, che accompagnava il defunto nell’aldilà, assicurandogli protezione e guida.

Museo Reale Torino: come raggiungerlo

Ubicato nel vivace cuore del capoluogo piemontese, il complesso museale sabaudo è facilmente accessibile attraverso una varietà di mezzi di trasporto. Gli appassionati di storia e arte possono avvalersi del servizio ferroviario, scendendo presso la stazione di Porta Nuova o Porta Susa e proseguendo con una breve passeggiata. Per chi predilige la comodità del trasporto pubblico, numerose linee di autobus e tram attraversano il centro cittadino, fermando nei pressi della celebre istituzione culturale. Coloro che viaggiano in automobile troveranno parcheggi nelle adiacenze, mentre per gli entusiasti del turismo sostenibile, il sistema di bike-sharing cittadino offre un’opzione salutare e rispettosa dell’ambiente per approdare all’ingresso della reggia. In alternativa, la metropolitana rappresenta una scelta efficace, con la stazione XVIII Dicembre localizzata a breve distanza, offrendo un tragitto diretto e privo di intoppi per gli ospiti nazionali e internazionali desiderosi di immergersi nelle meraviglie storico-artistiche che la residenza dei Savoia ha da offrire.

ULTIME NOTIZIE

Guarda Qui