sabato, Luglio 20, 2024
HomeViaggiIsole delle Filippine: Paradisi Nascosti da Scoprire

Isole delle Filippine: Paradisi Nascosti da Scoprire

Le Filippine, nazione arcipelagica situata nell’Asia Sudorientale, è composta da oltre 7.600 isole, ognuna con caratteristiche uniche e affascinanti. Tra queste, alcune sono diventate famose destinazioni turistiche mondiali, come Boracay, Palawan e Cebu, mentre molte altre rimangono inesplorate e quasi vergini. La diversità di questi paradisi insulari si manifesta nelle spiagge di sabbia bianca, nelle acque cristalline, nelle imponenti formazioni rocciose calcaree e nelle rigogliose foreste pluviali.

Le coste delle Filippine offrono paesaggi vari e affascinanti: lunghe distese di sabbia finissima, scogliere drammatiche che si immergono in acque turchesi e barriere coralline vivaci che garantiscono uno spettacolo sottomarino da togliere il fiato. Per esempio, la costa di Palawan, con le sue iconiche scogliere calcaree e le lagune nascoste, è spesso descritta come un paradiso terrestre, mentre la costa di Boracay è rinomata per la sua sabbia incredibilmente fine e bianca.

La flora delle Filippine è ricca e varia, con molte specie endemiche che non si trovano da nessun’altra parte del mondo. Le isole ospitano diverse zone ecologiche, dalle foreste di mangrovie che proteggono la linea costiera dalle erosioni, alle foreste di dipterocarpi, teeming with towering trees and a rich underbrush, to the unique vegetation of the mountain ranges. La foresta pluviale tropicale è una fonte di biodiversità, con una grande varietà di piante, tra cui orchidee esotiche, piante rampicanti e alberi da frutto come il mango, il cocco e la banana.

La fauna filippina è altrettanto impressionante e diversificata. Queste isole sono l’habitat di molte specie endemiche come il Tamaraw di Mindoro, un piccolo bufalo selvatico, e l’aquila delle Filippine, uno dei più grandi e potenti rapaci al mondo. Nei mari intorno alle isole nuotano squali balena, delfini, tartarughe marine e una miriade di specie di pesci tropicali che popolano le barriere coralline. Le Filippine sono anche un importante passaggio per gli uccelli migratori, rendendo alcune isole come Candaba e Olango dei punti strategici per il birdwatching.

In conclusione, le isole delle Filippine offrono un mosaico di esperienze naturali, dalla giungla densa alle spiagge da sogno, dalla fauna selvatica esclusiva alle avventure ecoturistiche. Nonostante le minacce dell’urbanizzazione e del cambiamento climatico, le Filippine continuano a essere un santuario di biodiversità e bellezza naturale che richiede attenzione e protezione.

Isole delle Filippine: come arrivarci e servizi

Per raggiungere le isole delle Filippine, il mezzo di trasporto più comodo e veloce è generalmente l’aereo. Molti viaggiatori iniziano il loro viaggio dall’Aeroporto Internazionale di Ninoy Aquino (NAIA) a Manila, la capitale, che funge da principale hub per le destinazioni nazionali. Da lì, si possono prendere voli interni verso le varie isole tramite compagnie aeree locali come Philippine Airlines, Cebu Pacific e AirAsia Philippines.

Supponiamo che tu voglia visitare Palawan, una delle isole più belle e popolari. Dovresti prenotare un volo da Manila a Puerto Princesa, la capitale della provincia di Palawan. Il volo dura circa un’ora e mezza. Una volta atterrato a Puerto Princesa, hai diverse opzioni per proseguire verso le varie attrazioni dell’isola. Per esempio, per raggiungere la famosa località di El Nido, puoi prendere un minivan o un autobus da Puerto Princesa; il viaggio su strada dura circa 5-6 ore. Se preferisci una soluzione più veloce, ci sono anche voli diretti da Manila a El Nido, operati da compagnie aeree più piccole che utilizzano l’aeroporto locale di Lio.

Gli aeroporti nelle Filippine sono generalmente piccoli ma funzionali, con servizi essenziali come il cambio valuta, noleggio auto e informazioni turistiche. In destinazioni turistiche principali come Boracay e Palawan, i servizi aeroportuali possono includere trasferimenti navetta verso i principali hotel o località balneari, punti di informazione per le attività turistiche, e talvolta anche piccoli negozi di souvenir.

Nei centri turistici più sviluppati, come Boracay, troverai una varietà di servizi come alloggi che vanno da ostelli a resort di lusso, ristoranti che offrono cucina locale e internazionale, centri di noleggio per attrezzature da snorkeling e immersioni, e operatori turistici che offrono escursioni giornaliere e attività avventurose. Nelle isole più remote o meno sviluppate, i servizi possono essere più basilari, quindi è consigliabile pianificare in anticipo, specialmente se si viaggia durante l’alta stagione o si preferiscono alloggi specifici.

Sebbene il viaggio possa richiedere diversi trasferimenti e un po’ di pianificazione, raggiungere le isole delle Filippine è relativamente semplice e ben supportato dai servizi turistici locali. La bellezza naturale e la calda ospitalità filippina compensano ampiamente l’impresa del viaggio.

I posti imperdibili

Le Filippine, con oltre 7.600 isole, offrono una varietà di attrazioni e avventure per viaggiatori di ogni tipo. Tra queste, Palawan emerge come una delle destinazioni più spettacolari, celebrata per la sua bellezza naturale incontaminata e le sue affascinanti meraviglie ecologiche. La provincia di Palawan, a volte chiamata “l’ultima frontiera ecologica delle Filippine”, ospita il Parco Nazionale del Fiume Sotterraneo di Puerto Princesa, un patrimonio mondiale dell’UNESCO, dove si può navigare attraverso la più lunga grotta navigabile del mondo. Questa esperienza unica in barca rivela imponenti formazioni calcaree e fauna selvatica endemica.

El Nido è un altro gioiello di Palawan, celebre per le sue scogliere calcaree che si ergono maestose dalle acque turchesi e per le lagune nascoste che si possono esplorare via kayak o con tour guidati. Le gite in barca sono l’attività più popolare, portando i visitatori in località come la Big Lagoon, la Small Lagoon e la Secret Lagoon, dove le acque calme e cristalline sono perfette per lo snorkeling e l’osservazione della ricca vita marina.

A nord di Palawan, le Isole Calamian offrono una fuga ancora più remota, con la spettacolare Coron nota per i suoi punti di immersione di fama mondiale. Qui, gli appassionati di subacquea possono esplorare relitti di navi della Seconda Guerra Mondiale e impressionanti scarpate coralline. Escursioni terrestri a Coron includono la scalata al Monte Tapyas per godere di una vista panoramica e un rilassante bagno nelle sorgenti termali di Maquinit.

Spostandosi verso il centro delle Filippine, Cebu offre una combinazione unica di avventure urbane e naturali. Mactan Island vanta resort di lusso e spiagge, mentre sul continente, la città di Cebu è ricca di storia con la Basilica del Santo Niño e il Forte San Pedro. Per gli amanti della natura, le cascate di Kawasan offrono una fresca pausa, con la possibilità di fare canyoning lungo il fiume verso le cascate.

Infine, non si può parlare delle Filippine senza menzionare Boracay, un’isola piccola ma vivace nota per la sua spiaggia White Beach, con sabbia finissima e acque cristalline. Oltre a prendere il sole e nuotare, i visitatori possono fare parapendio, vela, kite surf e immersioni o semplicemente godersi la vibrante vita notturna dell’isola.

Ogni isola filippina ha le sue unicità, dalle terrazze di riso di Banaue al nord, alle magnifiche spiagge e ai siti di immersione visibili nelle Visayas, fino alle aree culturalmente ricche di Mindanao. Con un’infinità di escursioni, dalla scoperta della fauna selvatica a attività di eco-avventura, le Filippine promettono esperienze memorabili per ogni viaggiatore.

ULTIME NOTIZIE

Guarda Qui