sabato, Luglio 20, 2024
HomeViaggiCanarie Quando Andare: Il Momento Perfetto per la Tua Fuga Paradisiaca!

Canarie Quando Andare: Il Momento Perfetto per la Tua Fuga Paradisiaca!

Le Isole Canarie sono un arcipelago spagnolo situato nell’Oceano Atlantico, al largo della costa nord-occidentale dell’Africa. Conosciute per il loro clima mite durante tutto l’anno, sono una destinazione popolare per chi cerca una fuga dal freddo invernale o semplicemente una vacanza al mare con un clima piacevole. La miglior stagione per visitare le Isole Canarie è generalmente considerata la primavera, tra marzo e maggio, quando le temperature sono confortevoli, non troppo calde, con medie giornaliere che si aggirano intorno ai 20-25 gradi Celsius. Questo periodo offre il vantaggio dei paesaggi fioriti e di una natura rigogliosa, grazie alle piogge invernali.

L’estate, da giugno ad agosto, è altrettanto popolare soprattutto per chi ama trascorrere molto tempo in spiaggia, con temperature che possono salire fino a 30 gradi Celsius o più. Tuttavia, le Isole Canarie godono di una brezza marina costante che aiuta a moderare le temperature, rendendole più sopportabili rispetto ad altre destinazioni estive.

L’autunno, da settembre a novembre, è un altro periodo ideale per visitare l’arcipelago. Le temperature si mantengono gradevoli e il flusso turistico inizia a diminuire, permettendo di godere delle attrazioni e delle spiagge con maggiore tranquillità. Inoltre, le acque del mare restano calde dopo l’estate e sono perfette per nuotare e praticare sport acquatici.

L’inverno, da dicembre a febbraio, è la stagione meno calda, con temperature comunque relativamente miti che raramente scendono sotto i 15 gradi Celsius. È la stagione ideale per chi cerca un clima invernale più mite e non ha l’esigenza di trovare temperature estive. Durante questo periodo è possibile che ci siano piogge, ma generalmente sono di breve durata e non eccessivamente frequenti.

Per raggiungere le Isole Canarie, l’aereo è il mezzo di trasporto più comodo e veloce. L’arcipelago dispone di diversi aeroporti internazionali; i più grandi sono quelli di Tenerife (con due aeroporti: Tenerife Nord e Tenerife Sud), Gran Canaria, Lanzarote e Fuerteventura. Ci sono voli diretti da molte città europee, inclusi voli low cost che rendono la destinazione facilmente accessibile. Una volta atterrati, è possibile spostarsi tra le isole tramite voli interni o traghetti, permettendo così di esplorare facilmente diverse isole durante lo stesso viaggio.

Canarie quando andare: i posti imperdibili

Le Isole Canarie sono un’ottima destinazione turistica durante tutto l’anno grazie al loro clima subtropicale, che offre inverni miti ed estati calde, ma non opprimenti. Tuttavia, la miglior stagione per visitare l’arcipelago è la primavera, da marzo a maggio, quando il clima è piacevole e l’affluenza turistica non è ancora al suo apice. Durante questo periodo, le temperature medie si aggirano tra i 20 e i 25 gradi Celsius, e l’ambiente naturale è particolarmente rigoglioso in seguito alle piogge invernali.

Un itinerario ideale potrebbe iniziare da Tenerife, la più grande delle isole, dove è possibile esplorare il Parco Nazionale del Teide, con il suo imponente vulcano, il punto più alto di tutta la Spagna. Prendendo la funivia, si può arrivare vicino alla vetta per godere di viste spettacolari sull’intero arcipelago. Successivamente, si può visitare la storica città di San Cristóbal de La Laguna, patrimonio dell’umanità dell’UNESCO, prima di dirigersi verso le spiagge del sud dell’isola per un po’ di relax.

Il secondo passo potrebbe essere Gran Canaria, con le sue dune di sabbia di Maspalomas, che ricordano un piccolo deserto accanto al mare. Qui si può anche visitare il pittoresco villaggio di Teror e la vivace capitale Las Palmas de Gran Canaria con la sua spiaggia di Las Canteras e il quartiere storico di Vegueta.

Proseguendo verso Lanzarote, si resta incantati dai paesaggi lunari del Parco Nazionale di Timanfaya, dominati da formazioni vulcaniche e colate laviche. Non si può trascurare la visita alla Fundación César Manrique, un’opera d’arte in sé, che riflette l’armonia tra natura e creazione artistica secondo la visione di questo importante artista locale.

Infine, Fuerteventura offre spiagge estese e acque turchesi, ideali per gli amanti del kite surfing e del windsurf. Sull’isola, vale la pena esplorare anche l’interno, con i suoi piccoli paesi e i paesaggi desertici.

Ogni isola ha il suo carattere unico e un insieme di attrazioni, quindi è consigliato dedicare almeno una settimana all’intero viaggio, se non di più, per poter assaporare appieno la diversità e la bellezza dell’arcipelago delle Canarie. L’utilizzo di traghetti o voli interni agevolerà gli spostamenti tra le isole, rendendo l’esperienza di viaggio fluida e piacevole.

su ggerimenti e consigli

Quando pianificare un viaggio alle Isole Canarie, è importante considerare che l’arcipelago gode di un clima subtropicale che rende gradevole una visita in qualsiasi periodo dell’anno. Tuttavia, i mesi tra marzo e maggio rappresentano la miglior stagione per apprezzare le Canarie nella loro pienezza, con temperature miti e natura rigogliosa senza la folla delle vacanze estive. Anche il periodo tra settembre e novembre è ideale, grazie alle temperature ancora calde e alla minore affluenza turistica. Prima di partire è fondamentale verificare la documentazione necessaria, come il passaporto o la carta d’identità per i cittadini dell’UE, e la validità di eventuali assicurazioni viaggio, che possono rivelarsi utili in caso di imprevisti.

In termini di valigia, è consigliabile portare indumenti adatti a un clima mite, con temperature che di giorno possono raggiungere i 25 gradi Celsius, ma che di notte possono scendere un po’. Dunque, si dovrebbero includere abiti leggeri e traspiranti per il giorno, come t-shirt, pantaloncini, vestiti estivi e costumi da bagno. Non dimenticate un cappello e occhiali da sole per proteggersi dal sole, oltre a una buona crema solare. Per le serate più fresche o le escursioni in altitudine, come quelle al Teide a Tenerife, è utile avere a disposizione un maglione o una felpa leggera e una giacca a vento. Anche un paio di scarpe comode per camminare sono indispensabili, soprattutto se avete intenzione di esplorare i parchi naturali o i centri storici con pavimentazione irregolare.

Ricordate di portare anche un adattatore di corrente, se necessario, poiché le Canarie utilizzano le prese europee di tipo F. Se avete intenzione di noleggiare un’auto per spostarvi tra le varie località, assicuratevi di avere la patente e tutti i documenti necessari a portata di mano.

Infine, non scordate di controllare le previsioni meteo poco prima della partenza, poiché il tempo può variare tra le diverse isole e potrebbe influenzare i vostri piani di viaggio e dunque gli ultimi aggiustamenti al contenuto della valigia. Con questi consigli, sarete pronti a godervi appieno la bellezza e le offerte ricreative delle Isole Canarie in qualsiasi momento dell’anno scegliate di visitarle.

ULTIME NOTIZIE

Guarda Qui