Home / NEWS / Immigrazione: questo governo ci metterà nei guai!

Immigrazione: questo governo ci metterà nei guai!

Il tema immigrazione è più o meno sempre sotto i riflettori e tiene banco anche in tutti i vertici europei e dei governi nazionali ma a volte sembra che l’opinione pubblica se ne dimentichi per poi ricordarsene quando accade qualche tragedia.

Ora forse è uno di quei momenti, è uno dei momenti in cui il governo sfruttando la poca attenzione da parte dei cittadini sta prendendo decisioni gravissime che presto metteranno il nostro paese nei guai. Vi spiego perché:

in Europa accade che molti paesi stanno “chiudendo le porte” reintroducendo controlli alle frontiere ed erigendo in taluni casi veri e propri muri con tanto di filo spinato; l’instabilità di molti paesi del Nord Africa e del Medio Oriente e l’imminente avvento della primavera indicano un sicuro aumento dei flussi in ingresso attraverso le note rotte del Mediterraneo; i ricollocamenti promessi (ben 160mila!) non accennano a partire (sono infatti solo 230 quelli realmente effettuati dall’Italia, verso l’Europa). Questo scenario colloca Grecia e Italia in una situazione di estremo pericolo. In questi paesi infatti si stanno istituendo centri di nuova concezione, quali Hot Spot e Hub, sempre su mandato europeo. In Italia le città interessate sono Lampedusa, Pozzallo, Messina, Augusta, Taranto, Civitavecchia, Bari e chissà quante altre. Quello che succederà in questi centri è scontato per chi conosce un minimo la materia: violazione dei diritti umani, tensione sociale, disordini, problemi di sicurezza, malagestione, ecc…

Qui si va oltre i drammi già vissuti dal nostro paese, qui si va incontro a un disastro annunciato. 

Le cause di questa prospettiva così preoccupante stanno tutte nell’incapacità di progettare un sistema degno di questo nome e di gestire i rapporti con l’UE da parte del nostro governo.

Alfano sta, ancora una volta, improntando tutto sull’emergenzialità e soprattutto sta eseguendo gli ordini dell’Europa senza avere garanzia alcuna. In questo modo il governo italiano sta esponendo il proprio paese a rischi inimmaginabili, ci ritroveremo presto in un cul de sac e a farne le spese saranno sia i migranti che i cittadini italiani, come sempre.

Forse oggi siamo ancora in tempo per mettere le cose sui giusti binari. Noi molte soluzioni le abbiamo già fornite: superamento del Regolamento di Dublino, piena attuazione dei ricollocamenti, quote per paese UE, superamento grandi centri, ecc ecc.

Inutile dirvi che, ovviamente, nessuno di questi obiettivi è stato raggiunto da questo governo.

Inutile dirvi che faremo di tutto per spingere questi incapaci a fare il loro dovere!

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Scroll To Top