Home / NEWS / Immigrazione, consiglio straordinario UE: la montagna ha partorito un topolino!

Immigrazione, consiglio straordinario UE: la montagna ha partorito un topolino!

vertice straordinario ueIl Presidente del Consiglio Matteo Renzi esulta per la decisione del vertice UE di triplicare i fondi per la missione Triton. Un risultato assolutamente insufficiente per far fronte al fenomeno dei flussi migratori e per evitare altre morti nel Mediterraneo.

Triton è una missione ridicola, triplicare gli sforzi significa sprecare fondi e non raggiungere alcun risultato concreto, serve solo a lavare le coscienze dei capi di stato dei più importanti paesi dell’Unione Europea che ora potranno sbandierare chissà quale impegno con i propri cittadini, rassicurandoli che i propri confini sono ben protetti.

Purtroppo, a differenza di quanto va blaterando Renzi, nessun impegno strutturale è stato assunto dall’UE, eppure qualcosa di molto semplice ma molto utile si potrebbe fare senza grandi sforzi.

Anziché vaneggiare di impossibili blocchi navali o ridicoli bombardamenti mirati, ecco una serie di provvedimenti necessari:

- prevedere l’attuazione di serie azioni contro i trafficanti da parte di FRONTEX,
- creare corridoi umanitari (con risorse UE) per evitare le continue violazioni di diritti umani a cui assistiamo giornalmente,
- abolire la condizione di Dublino III che vincola la richiesta d’asilo al primo paese europeo in cui mette piede il migrante,
- prevedere un’equa distribuzione sul territorio UE dei migranti in arrivo stabilendo delle quote in base alla capacità d’accoglienza di ogni singolo stato,
- ridurre la burocrazia al fine di restringere al minimo i tempi per definire i casi dei singoli richiedenti asilo (questo eviterebbe lo stazionamento per mesi nei CARA o negli HUB),
- prevedere rimpatri assistiti per gli irregolari,
- abolire la Bossi-Fini,
- fare serie politiche di cooperazione nei paesi di provenienza.
Un governo serio proporrebbe queste soluzioni che affronterebbero di petto il problema ma…appunto, un governo serio noi non l’abbiamo.
Sia chiaro, nessuno ha la bacchetta magica per risolvere il problema in quattro e quatt’otto, bisognerebbe però decidere una volta per tutte di cominciare a gestire il fenomeno.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Scroll To Top